I Principali Sintomi della Gravidanza

By | 11 marzo 2015
gravidanza

Gravidanza

Le donne che pensano di essere incinte sono alla ricerca di tutta una serie di sintomi per cercare di capire se la gravidanza sia reale o meno. Occorre sottolineare che già dopo pochi giorni potrebbero iniziare ad avvertire i primi sintomi, a seguito della produzione delle Beta HCG, ovvero gli ormoni che sono responsabili delle prime avvisaglie evidenti, come ad esempio il mancato arrivo del ciclo mestruale o le temute nausee, tanto per citare due tra i più noti effetti.

Innanzitutto è necessario ricordare che il primo sintomo della gravidanza è il mancato arrivo delle mestruazioni, anche se in alcuni rari casi, è possibile avere un ciclo anche in stato interessante, che sarà comunque differente e sicuramente meno abbondante del solito.

Prime regole da seguire

Nel momento in cui si ha il dubbio di essere incinta, è necessario attendere almeno 10 giorni dalla data del concepimento, prima di valutare appieno i sintomi, tranne se proprio non si nota qualcosa di completamente differente rispetto al solito. Ad esempio delle perdite, avvenimento molto probabile che può verificarsi proprio nei primi dieci giorni dalla fecondazione.

È opportuno anche non allarmarsi durante questi primi giorni, e non stare in attesa spasmodica di ogni piccolo segnale, che in alcuni casi potrebbero sembrare nuovi, ma in realtà amplificati dallo stato emotivo del momento.

I sintomi della gravidanza presentano parecchie analogie con quelli premestruali, in quanto proprio in questa delicata fase della vita della donna, la produzione di progesterone aumenta.

Sintomi primari

Sono numerosi i sintomi associati all’essere incinta. Innanzitutto partiamo dal primario, ovvero il ritardo del ciclo mestruale. Occorre evidenziare che potrebbe essere associato ad una gravidanza, ma non è detto che sia il motivo corretto per cui il ciclo non arriva. È necessario prestare attenzione anche al cosiddetto ciclo mestruale anomalo, ovvero se dura meno del solito e risulta meno abbondante del previsto, in quanto si potrebbe essere di fronte proprio ad una gravidanza.

A volte è possibile anche sentire dei piccoli crampi uterini. Il motivo è dovuto all’utero in crescita, un sintomo molto comune durante le prime settimane di gravidanza. A tal riguardo bisogna osservare che si tratti di sintomi da gravidanza e non, come anticipato in precedenza, essere dei “dolorini” a cui in passato non si era prestata la dovuta attenzione, ma in realtà sempre presenti nel corpo.

Tra i più spiacevoli sintomi, ma tra i più affidabili per la gravidanza, troviamo le nausee ed il vomito. Generalmente il malessere si verifica dopo le prime settimane dal concepimento, e gradualmente vanno ad intensificarsi nel corso del primo trimestre per poi scomparire. Ovviamente si tratta di tempi che variano da donna a donna. È uno dei sintomi primari dell’essere incinta.

Un altro indizio della gravidanza è l’ingrossamento del seno, che a seguito del progesterone, diventa più gonfio e teso durante il periodo gestazionale, in quanto si prepara, sin dai primi momenti dalla gravidanza, al futuro allattamento. Anche il seno dolorante, molto spesso presente durante la normale fase premestruale, è uno dei sintomi più frequenti in gravidanza.

Sintomi secondari della gravidanza

Dopo l’indicazione dei primari sintomi della gravidanza, andiamo ad evidenziarne altri, per comodità additati come secondari e che si verificano solitamente nei mesi successivi, ma non per questo meno frequenti o affidabili.

Il primo è lo stimolo frequente dal fare pipì. È possibile già dalle prime settimane di gravidanza una minzione ripetuta, una condizione che molto spesso si ritrova anche a maternità inoltrata. È anche necessario mettere in risalto che moltissime donne hanno raccontato che fare spesso pipì è uno dei primi sintomi della maternità. Una cosa è certa al riguardo: l’andare avanti nella gravidanza fa aumentare lo stimolo dal fare pipì, a seguito della sempre più intensa pressione che il bambino determina sulla vescica.

Quando si è incinta, anche i tubercoli del Montgomery si ingrossano. Si tratta di piccoli rigonfiamenti localizzati nell’areola del capezzolo.

I capezzoli solitamente diventano più larghi e più scuri con il proseguire della gravidanza.

Un altro fattore molto evidente quando si è in stato interessante, è il cambiamento del desiderio sessuale. Potrebbe sopirsi come riaffiorare intensamente durante la gravidanza. Un aspetto che cambia da donna a donna.

Indicando i sintomi della gravidanza, non possiamo non parlare delle celebre “voglie”, ovvero il desiderio impellenti di nutrirsi di particolari alimenti.

Essere stanche e spossate ed avere sempre sonno, è un altro dei sintomi più frequenti, presente sia nelle prime settimane ma anche nei mesi successivi.

Sintomi gravidanza esteriori

mamma in gravidanza

mamma in gravidanza

Durante la gravidanza il corpo della donna cambia completamente, ed anche “dal di fuori” è possibile accorgersene immediatamente. Innanzitutto la pelle subisce enormi trasformazioni nel corso dei nove mesi. Non c’è una regola precisa. Chi non ha mai avuto brufoli potrebbe averli, chi li ha sempre avuti, potrebbe ritrovarsi con una pelle liscia come la seta.

A tal riguardo occorre anche parlare delle temute smagliature, che solitamente fanno la loro comparsa però più avanti nella gestazione.

Ovviamente uno dei principali sintomi evidenti della gravidanza è l’ingrossamento dell’addome. In alcune donne il pancione si vede molto presto, sin dal 3° mese, in altre soltanto a gravidanza inoltrata. A tal riguardo influisce anche il proprio peso: essere in sovrappeso o sottopeso, modifica la visibilità della pancia.

In conclusione, quando i sintomi sono diversi e si pensa di essere incinte, si può ricorrere al test di gravidanza. Da ricordare che il test non va mai eseguito prima di due settimane dal giorno del concepimento e va fatto la mattina appena alzati.

In ogni caso occorre sempre ricordare che alcuni sintomi sono soggettivi, poiché ogni corpo reagisce diversamente, per tale motivo le “avvisaglie” rilevate da alcune donne non è detto che siano identiche per tutte le future mamme.

4 thoughts on “I Principali Sintomi della Gravidanza

  1. simona

    Salve…mi chiamo simona e ho 37 anni. …vorrei sapere avendo avuto un rapporto un giorno prima delle mestruazioni e avendole avute x circa 2 giorni regolari. …ora mi sento sempre strana stanca,ho sempre sonno e ho sempre un leggero mal di testa…potrebbero essere sintomi di una gravidanza?

    Reply
  2. giuseppina

    Salve,avendo avuto rapporti non protetti nei giorni fertili e ovulazione,macchia marrone dopo 2 giorni dal rapporti,premetto aspetto ciclo x il 16 e possibile che io abbia concepito,mi sento strana capogiri,nausea.i rapporti avvenuti il 31 marzo e 2/3 aprile.ringrazio anticipatamente.

    Reply
  3. Desirè Camilla

    Salve,e da una settimana che ho dolori sotto la pancia,praticamente al utero ma sono dolori strani del tipo crampi e fitte,mi sento gonfia a volte,ho male al seno e perdite biancastre. Non ho mai le mestruazioni a 28 giorni,variano da un mese all’altro,quasi sempre in anticipo,domani dovrebbe essere il ventottesimo giorno ma io ho una forte impressione che non mi arrivano.La mia domanda e:potrei fare il test?Potrebbe bastare anche solo un giorno di ritardo x poter fare il test o bisogna aspettare di più? ??Mi date un consiglio x favore! !! Grazie

    Reply
    1. Sarah Post author

      Il test risulta più attendibile se aspetti qualche altro giorno, comunque i dolori che comunichi sono quelli tipici del periodo pre mestruale e le perdite se sono di colore biancastro potrebbere essere dovute ad un’infezione come ad esempio la candida. Dovresti consultare il ginecologo.

      Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *